[OT] Il digital divide in Calabria

Si parla continuamente del problema del digital divide e via tutti a tirar fuori dati e statistiche .. eppure io da circa un anno oramai conduco la mia attività di sistemista per una società di Torino dalla bellissima Calabria. Alla fine mi accorgo che non vivo in Europa .. mi sono accorto che se tutto fila liscia con i nostri “Cari” operatori telefonici allora è ok .. ma se qualcosa va storto …….. guai in vista.

Ad esempio come primo operatore uso il più blasonato e conosciuto con la sua grandissima ImpresaSemplice talmente semplice che ancora oggi non capisco perchè questo nome. Nel contratto .. molto oneroso .. ti allegano dati statistici sulla bontà della linea .. ma forse li tirano fuori da un circuito di test posto in centrale  .. penso io. Alla fine facendo dei semplici “mtr” che è un equivalente a un traceroute in ambito Linux ma con maggiori dettagli vedo che su un certo hop perdo un buon 60/70% di pacchetti ICMP. Boh .. dico io, non pretendi mica che ci sia la perfezione .. l’importante è che il link funzioni e che si riesca a lavorare. A inizio settimana di quasi tutte le settimane di vita del contratto la linea ADSL non appena entrato in ufficio andava giù per pochi istanti .. ma per fortuna non creava danni visto che io ancora non lavoravo su task critici .. senonchè a Dicembre questi down della linea ADSL cominciano a diventare più frequenti .. fino ad averne anche 4/5 nel giro di un’ora. La cosa cominciava a diventare impossibile …e ovviamente apro le segnalazioni di guasti.

Beh ..anche lì .. non guardi le loro tabelle di intervento altrimenti diventi verde di rabbia .. alla fine ho aperto almeno cinque segnalazioni di guasti e solo un paio di volte ho visto un tecnico che puntualmente mi confermava che lato centrale era tutto ok … a nulla chiedere il perchè dei down …. si imputava il problema al telefono cordless ma una volta sostituito ritornava lo stesso. Non parliamo degli hop che mi perdevano pacchetti .. arabo ..

Dicembre decido di cambiare operatore .. i down della linea ADSL e in più l’impossibilità anche dell’uso della linea voce che aveva sempre un rumore di fondo impossibile mi costringono a cambiare prima di un anno operatore telefonico .. pensando .. sì ci sono le penali ma almeno riesco a lavorare .. anche se non avevo ben preso in considerazione l’entità delle penali.

Ieri ho ricevuto l’ultima fattura e queste sono le penali:

Addebito attivazione linea per cessazione Euro 100,00 + IVA

Addebito recesso Bonus 120 Euro 120,00 +IVA

Costo disattivazione linea e servizio Euro 50,00 + IVA

Totale 270,00 + IVA per la mia cessazione del contratto perchè costretto .. capite perchè ImpresaSemplice? E’ talmente semplice così ripianare i propri debiti di un operatore incapace di fare il proprio mestiere .. Ah …. ho dimenticato di dire che tra il mio ufficio e la centrale ci separano due strade  ..  Ma io i soldi li stampo? Non solo ho una linea pessima ma poi mi si bastona perchè ho cambiato operatore perchè voi siete incapaci di fare il vostro mestiere?

Questa è una .. Ora sono con il suo concorrente e devo dire che il primo impatto è stato fantastico .. linea ADSL stabile e linea voce funzionante .. di colpo ..

Ma ora .. anche qui vi sono i dolori ….settimana scorsa tutta la città di Rossano rimane offline e si scopre poi che la stanza in centrale, che ospita i loro apparati, ha subito un allagamento per la forte pioggia. Ma oggi è veramente da ridere .. per non piangere … circa alle 10 del mattino tutto offline sia voce che dati e, una volta riuscito a beccare un consulente, ci viene detto che la dorsale che serve la Calabria è interrotta per manutenzione.

Interrotta per manutenzione??

Ma una linea di backup?

E poi si fanno di questi lavori in pieno giorno?

Ovviamente il “consulente” non sapeva che dire … ma l’unica che mi vien da dire a me è ..ma in che paese sto facendo crescere i miei figli? Un luogo dove tutti ci si riempie della parola meritocrazia ma alla fine sento dire che i dirigenti vengono pagati per le loro alte responsabilità. Ma quando faremo sì che chi sbaglia paga e soprattutto sul suo portafogli e non sul nostro?

Non sarebbe il caso di tentare una class action contro queste aziende che piuttosto che investire in infrastrutture preferiscono studiare uno spot bellissimo e accattivante ma ancora adesso usare il cellulare per navigare è un’impresa impossibile?

About the Author: glycerin